Accademia Navale


Vai ai contenuti

Menu principale:


Posta del 40°

La nostra Posta

La Posta del Quarantesimo


Boris Cossutta.......... boris.cossutta@gmail.com.... 8 marzo 08

Carissimi tutti, sono appena arrivato a casa ed ho ancora negli occhi, e nel cuore, la simpatia ed il calore che ieri ed oggi ci hanno uniti tutti. Tempo fa pensavo che il rivedersi da bianchi "anziani" colleghi poteva essere in un qualche momento un po' triste. Il rivedere vecchie facce più o meno riconoscibili (ma pur sempre amiche), ricordare assieme qualche momento di quei mesi livornesi, è invece stato di nuovo molto bello. Trovare tanti amici che hanno proseguito nella carriera in Marina (e fino a che livelli!!) e altri invece che hanno affrontato la vita civile misurandosi con nuove sfide, cambiando talvolta rotta (medici, avvocati, professionisti) ed altri ancora a cui la vita ha riservato altre strade, mi ha fatto pensare che, tutto sommato, eravamo un gran bel gruppo di bauli. Quanti abbracci e quante pacche sulle spalle, quanti occhi lucidi quando Mario ha ricordato gli amici che ci hanno lasciato. Quanti "arrivederci alla prossima"!!! Speriamo che "la prossima" sia presto, magari con qualche altro amico in più che oggi non poteva. Il sito sarà un ottimo punto di scambio di notizie e, a proposito, un grazie particolare a Mario Gibertoni ed al suo staff per la perfetta organizzazione di tutto: sarà stata un bella fatica ma son sicuro che ne valeva la pena.
Un forte abbraccio a tutti ed ancora arrivederci a presto. Con affetto Boris Cossutta.

Roberto Creatini.......... r.creatini@tin.it... 8 marzo 08
Caro Mario, non ci siamo salutati perchè, come forse saprai, dopo pranzo ho avuto un piccolo disturbo di vertigine e sono ricorso al Pronto Soccorso, ma poi non è nulla di particolare e quindi tutto è passato.Il medico del P.S. ha detto che sono classici disturbi della seconda giovinezza.Ti ringrazio per la bella occasione che hai fatto rivivere a tutti Quando vuoi possiamo ritrovarci. Ciao alla prossima occasione. Roberto Creatini

Aldo Pallotti ...... aldo.pallotti@alice.it ....9 marzo 08
Caro Mario, mi permetto di associarmi alle prestigiose e sagge parole del nostro "Capocorso" (era veramente in gamba, proprio adatto ad un bel corso come quello del 62° AUCD ) per ringraziarti di tutto l'impegno e l'entusiasmo che hai profuso in questa impresa, che all'inizio poteva quasi sembrare impossibile. Hai permesso che ognuno di noi vivesse momenti di sincera gioia ed anche, perchè no, di intense emozioni e di tenerezza nel rivedere care persone con cui aveva condiviso momenti importantissimi della propria vita. Erano passati tanti anni, ma io quella sera mi sono sentito veramente a casa ed ho ricevuto da tutti gli intervenuti molto più di quanto mi potessi immaginare; in tantissimi si ricordavano con affetto di quello spaventato maestrino che all'inizio nell'Accademia navale di Livorno si sentiva spaesato, voleva tornarsene a casa e che è riuscito a superare la grande difficoltà dell'impatto iniziale e la durezza del primo periodo solo grazie all'aiuto sincero di tutti quelli che gli erano vicino ( a tavola, nel banco di studio, in aula, in fila, in camerata, sul trampolino, sui barconi, durante le punizioni... ). Perciò grazie di cuore e arrivederci presto. Aldo Pallotti

SMS Alan Sbernardori
9 marzo 08
Caro Mario GRAZIE per la perfetta organizzazione. Unitamente a mia moglie abbracciamo con affetto Te e i Tuoi Cari Alan

SMS Marco Ferrari 9 marzo 08
Caro Mario, grazie di cuore per l'iniziativa, la perfetta organizzazione, la costante calorosa presenza! É stato un incontro coinvolgente, toccante certo al di la delle ns.previsioni. Speriamo che abbia presto un seguito, abbiamo colto l'interesse non di circostanza di molti di noi! Siamo con te per garantirti la nostra collaborazione! Un caro abbraccio. Marco e Elisabetta Ferrari

Carlo Bortolami.... carlo.bortolami@fastwebnet.it... 9 marzo 08
Ancora complimenti per tutto il lavoro fatto e per gli eccellenti risultati che ci hanno portato a trascorrere una giornata densa di significati positivi. avrai già pensato di far pubblicare la notizia della nostra festa sul notiziario della marina, in questo caso la mia serve per farti i miei piu’ cari saluti ed auguri Carlo Bortolami.
(copia evento e foto inviata)

Bruno Enriotti .... bruno-e@libero.it 9 Marzo 08
Caro Mario, grazie per l'impegno e la pazienza dedicate all'organizzazione dell'evento, grazie alle persone che ti hanno aiutato e grazie all'entusiasmo della grande maggioranza dei colleghi del 62° AUCD che mi ha spinto a superare il mio scetticismo. E' stata un'esperienza forte. Un caro saluto ed un arrivederci a tutti. Bruno Enriotti.

Mario Gibertoni......mariogibertoni@gmail.com .. 10 Marzo 08
Caro Boris, Carissimi amici, grazie per il sentito riscontro...e per le espressioni che avete voluto rivolgermi. Ora che la tensione è il comprensibile timore che qualcosa nella organizzazione dell'evento si inceppasse, tornato alla mia attività di tutti i giorni, lontano dal profumo del mare, e dagli ordini scanditi dagli Ufficiali ai giovani allievi dell'Accademia secondo riti che si perdono nella Valle dei Tempi, certo che la commozione non affievolirà di nuovo il tono della mia voce leggendo la preghiera del Marinaio, devo confessarVi una cosa. Quando stavo organizzando l'evento mi ero già accorto che l'intensità dello stesso andava ben oltre il semplice raduno. Me lo trasmettevano le toccanti parole che mi rivolgevano mogli, e sorelle di coloro che cercavo, magari con tenacia e caparbietà, telefonando nelle ore più strane... per scoprire poi che chi cercavo, non era più tra noi. Sentire il tono della voce dell'interlocutore cambiare, quando mi presentavo, quando rendevo chiaro il motivo della mia insistenza, quando ricordavo con grande affetto il forte legame che ci univa.
La presenza, ricca di significato di Valeria e Flaminia, familiari del nostro amico Nobili, che hanno voluto coraggiosamente testimoniare con la loro presenza l'appartenenza ai nostri valori al nostro mondo, trasmettendoci nel modo più semplice, ma non per questo meno forte di intensità, tutto l'amore che ancora provavano per Marco.
A loro, e solo a loro, competeva il ruolo di nostri rappresentanti nella deposizione della Corona di ricordo nella nostra Cappella. Il sorriso di Giorgio Mondinelli, reduce di una lunga battaglia che ha vinto è superato a seguito di un grave infortunio...grande la gioia nel rivederlo. Lo sguardo fiducioso di colui che non posso citare, ma che non ha voluto mancare, pur essendo sottoposto ad una fastidiosa chemioterapia......, a Lui semplicemente dico grazie di essere stato con noi. Ad Aldo Palotti che si è sobbarcato un lungo viaggio e una notte in autostrada per "partecipare" anche solo poche ore.
Ai volti commossi nel ricordo.....agli occhi umidi di tutti, al suono della tromba .....sulle note del silenzio..... Ai tanti che mi hanno stretto la mano, e ai molti cui non ho potuto dedicare giusta attenzione a causa del mio impegno organizzativo.
Mi scuso, ma non era supponenza. Agli sguardi di stupore di chi cercava nel gruppo di riconoscere un volto amico, di colui che solo quarant'anni fa era depositario delle nostre confidenze e dei nostri sogni della vita. A tutti coloro che mi hanno telefonato, rammaricati di non poter essere con noi, ma già pronti ad impegnarsi per il prossimo incontro. Ma soprattutto, ai meno fortunati, a coloro che non hanno avuto dalla vita tutto ciò che pur meritavano, sia in chiave personale che professionale e che, per un giorno, sono ritornati orgogliosamente ad essere
" Un Ufficiale di Marina"....a loro era dedicato il mio impegno e il nostro raduno....... Vedi Boris ....... anche questo in fondo ci fa dire che il nostro gruppo era veramente speciale, .........Con affetto e un abbraccio tutti Mario

Roberto Liberi.....
Liberi@mclink.it ...... 10 Marzo 08
Caro Mario, carissimi amici, approfitto di questa occasione per ringraziarvi di cuore di avermi voluto ospite al vostro Quarantennale. E' stata anche per me una giornata particolarmente intensa, nella qual si rivivono antichi ricordi, si rivedono persone con le quali abbiamo convissuto esperienze professionali e non (molti di voi hanno trascorso molti anni in Marina), si rievocano emozioni forti, perché chi ha vissuto in Accademia uno o più anni rimane poi emotivamente coinvolto dalla percezione degli ambienti, dei "riti" e degli ideali e dei valori che agli ambienti ed ai riti sono intimamente legati. La mia presenza, legata allo "status" di ex aspirante alle sezioni, si arricchiva inoltre di un altro significato, quantomeno simbolico, essendo l'unico ancora in servizio attivo nella Marina, come la divisa che indossavo ricordava. Non ho altre esperienze dirette di eventi simili, ma ritengo di non sbagliare dicendo che il vostro corso ha messo in mostra una partecipazione particolarmente intensa, e non mi riferisco solo alla quantità! Spero pertanto che questo spirito (che non è nato ieri, ma sicuramente ha potuto in questa circostanza rafforzarsi) rimanga e si consolidi, nel tempo, traducendosi in occasioni di nuovi incontri ai quali, servizio e circostanze permettendo, non mancherò di partecipare. Ricordatevi che lavoro a San Piero a Grado, vicino a Pisa ed a Livorno (direttore del CISAM, ex CRESAM, ex CAMEN come si chiamava ai tempi nostri) e, se passate da queste parti, sarò felice di incontrarvi. Un abbraccio a tutti Roberto Liberi.

.......Un amico del 62°..... 10 Marzo 08
Penso di essere in debito con te ..... l’ho detto solo a pochi amici della mia sezione per non turbare l’atmosfera festosa dell’incontro.... c’è mancato poco che Tu citassi anche il mio nome in quell’elenco. Lo scorso anno, infatti, ho combattuto e vinto il brutto male del secolo: il cancro. Fortunatamente ora ne sono uscito anche se la chemio mi ha lasciato le gambe un po’ rovinate, non so se hai notato che camminavo abbastanza male, ma mi assicurano che anche quelle torneranno forti come prima fra qualche mese e pronte per qualche giro di corsa del piazzale alla prossima occasione. Un forte abbraccio.
(Carissimo ... aspettiamo solo di sfidarti in una corsa insieme...)

Cesarino Graziosi..... cesarino@graziosi@alice.it 10 Marzo 08
Carissimo Mario, ho letto il tuo messaggio odierno, di come hai vissuto la preparazione del raduno e le difficoltà incontrate nella ricerca dei nostri compagni di corso. E' un messaggio veramente intenso, scritto con il cuore ma chi come il sottoscritto che sabato sera al ristorante La Vecchia Senese era seduto vicino a te ed ha sentito dalla tua viva voce quanto tu descrivi oggi non può non venire un groppo in gola e non sentirsi nuovamente commossi. E per questo che tutti noi dobbiamo dirti un GRAZIE immenso. Grande come tutta l'Italia del 62° AucD; di come hai organizzato l'evento, ci hai seguiti personalmente ..... è vero tramite Sara Bellero .... ma ritengo che dietro ad ogni telefonata c'era un tuo suggerimento. E poi i giorni del raduno: per chi come me che è arrivato il pomeriggio del venerdì ed è ripartito alla mattina della domenica non posso che dire che abbiamo vissuto una cosa entusiasmante, difficile da dimenticare; una cosa da vantarsi nel futuro con "IO C' ERO". Ti rammarichi se non hai avuto più tempo da dedicarci, ma per me e penso per tutti noi bastava un tuo sorriso che ci sentivamo ricaricati più di una parola di coraggio, di una pacca sulle spalle. Eravamo un corso eccezionale e lo siamo tuttora; pensa alle difficoltà che abbiamo trovato per arrivare a Livorno venerdì; sembrava che anche il tempo ci si fosse messo di mezzo, neve, pioggia, nebbia per i vari percorsi. Ma nonostante tutto siamo arrivati e l'affiatamento che già esisteva quarant'anni fa si è esteso, come un contagio, alle nostre famiglie; sembravamo un tutt'uno, vecchi amici che si incontrano molto spesso. Ho già rivisto un paio di volte il filmato che ho girato al termine della messa, quanto prima te ne invierò una copia che sei libero di far girare tranquillamente, ed tutte e due le volte mi sono venuti i lucciconi agli occhi: ai nomi dei nostri compagni, alla preghiera del marinaio ed al silenzio. Grazie Mario, sei veramente impareggiabile, un grazie da estendere anche a Sara, un grazie da parte di mia moglie e da mio figlio Daniele che non immaginavano mai di partecipare ad una così bella ed irripetibile. Un abbraccio fortissimo Cesarino

Tito Pelliccetti .....t.pelliccetti@enac.rupa.it 10 Marzo 08
Leggendo queste parole ho provato una profonda emozione e mi è sembrato, in ogni caso, di essere stato con Voi. Ancora grazie a Mario ed un abbraccio affettuoso a tutti Voi. Arrivederci a presto.Tito Pelliccetti

Claudio Corsale...... adevo@libero.it 10 Marzo 08
...le parole non bastano a descrivere i momenti di smarrimento, le emozioni, i ricordi, le gioie e le lacrime che hanno caratterizzato questo momento.... In cuor mio ho sempre desiderato poter " rivivere " per meglio apprezzarne il valore, il periodo che per tanti mesi ci ha reso partecipi gli uni con gli altri delle ansie, confidenze, progetti che ognuno di noi aveva a quel tempo.....dell'amicizia e di quei legami che quasi per incanto si sono riproposti durante il nostro incontro: sguardi calorosi, pieni di gioia per essere stati riconosciuti e non dimenticati, pieni di affetto sincero quasi che i lunghi quarant'anni non siano mai trascorsi se non nell'aspetto ... Ho ritrovato quel calore che ci univa e che fa onore a tutti gli amici del nostro corso, un corso veramente speciale, non solo di rottura, ...ma di grande umanità. Un forte abbraccio a tutti .... Claudio Corsale

Augusto Magnini..... a.magnini@alice.it 10 Marzo 08
Caro Boris, la Mail che hai inviato al ritorno da Livorno mi ha commosso e improvvisamente mi siete mancati tutti, non ho potuto partecipare al raduno per motivi familiari che Mario conosce, ma il mio cuore era con tutti voi. Come ho detto a Mario mi sembra ieri quando ci siamo separati per intraprendere la strada della vita. Forse, venendo a Livorno, avevo stupidamente il timore di vedere tanti capelli bianchi ma adesso che ho “letto” i sentimenti di molti ho capito che dentro di noi c’è sempre quel ragazzo di 40 anni fa e che non bisogna temere che qualche lacrima di commozione ci bagni il viso. Al prossimo appuntamento non mancherò. Vi abbraccio tutti. Augusto Magnini

Mimmo Bottone ..... m.bottone@fastwebnet.it 10 Marzo 08
Carissimo Mario, sei stato veramente grande! Non soltanto per l’ottima organizzazione che non ha fatto una piega; ho notato ed apprezzato gli sforzi profusi dalla bravissima Sara per tenere a bada circa 200 ragazzacci indisciplinati; ma anche per lo spirito con cui hai fatto tutto questo. Posso assicurarti, anche a nome di tutti gli altri amici e senza tema di smentite, che si è sentito che ci mettevi l’anima in questa impresa e di questo ti ringraziamo, pertanto, qualunque cosa possa fare qui a Roma, non esitare a farmelo sapere e non pensare di transitare per questa città senza che io lo sappia. Di una cosa però devo rimproverarti: io ero già profondamente commosso di mio durante la funzione e facevo sforzi sovrumani per non darlo a vedere ma quando ti ho sentito declamare la Preghiera del Marinaio e chiamare i nomi dei nostri amici mancanti, non ho più resistito ed ho dato la stura a qualche lacrimuccia. Ma bando ai sentimentalismi e veniamo a noi, se e quando organizzerai qualcosa per il 62esimo, da un altro megaraduno ad una semplice pizza, non esitare a farmelo sapere. Sarò sempre pronto a partecipare. Mi raccomando restiamo in contatto. Mimmo Bottone.

Mario Borselli......mario@baiayacht.it 10 Marzo 08
Cari Amici, scusate il ritardo, ma ero in volo per Dubai dove il lavoro mi ha portato questa settimana. La riunione di sabato è stata un successo ed un emozione grandissima. L’entusiasmo che ho percepito negli abbracci e la gioia che ho visto nei vostri occhi mi ha riempito di commozione. I volti segnati dal tempo a poco a poco riprendevano le sembianze di allora, le espressioni di allora, portandoci indietro a quegli indimenticabili momenti. Grazie Boris delle belle parole che non hanno aspettato il giorno dopo, testimoni di uno stato d’animo che tutti hanno condiviso. Avrei voluto rivederli tutti, ma so per certo che quelli che non sono potuti venire erano sicuramente con noi con il cuore e con la mente, e sicuramente c’erano anche quelli che Mario ha ricordato con tanto affetto e tanta commozione da me condivisa. Ancora grazie Mario per aver così brillantemente organizzato la cosa. Grazie anche a te Roberto per il tuo invito e per le tue giuste e soprattutto sentite considerazioni. Un abbraccio a tutti e un arrivederci alla prossima. Mario Borselli

Boris Cossutta.......... boris.cossutta@gmail.com.... 10 marzo 08
Caro Mario, sarà che con l'età si diventa più sentimentali, ma fa veramente bene al cuore leggerti: in momenti in cui i valori che ci hanno fatto apprezzare i nostri (genitori, insegnanti e, perchè no, anche l'Accademia), scambiarci queste pacche virtuali sulle spalle fa molto bene. Non perdiamoci di ... mouse. Un abbraccio ed ancora tante grazie per il tuo impegno e quello delle tue preziose collaboratrici. A presto Boris

Roberto Curiel......roberto.crob@libero.it 10 marzo 08
Caro Mario, dobbiamo a Te se siamo riusciti, con 40 anni di più, a rivivere quei momenti di vita che l'Accademia aveva scolpito nei nostri cuori. Sei stato grande, grazie di tutto e.....alla prossima. P.S. Appena pronte ti invierò delle foto da inserire nel sito. Ciao Mario ed a presto. Roberto Curiel

Giorgio Mondinelli......mondinelli@tin.it 10 marzo 08
Ti ringrazio per ciò che la tua organizzazione mi ha donato unitamente all'abbraccio di molti compagni e fratelli di corso che ho rivisto con gioia e che mi hanno abbracciato con affetto. Ci sentiremo presto, ho piacere di sentirti grandissimo amico e compagno e fratello di corso sono profondamente commosso e la tua preghiera ci ha rasserenato nel ricordare chi non poteva essere tra noi, ma che teniamo sinceramente nel cuore. Al cadere di questa notte rileggerò la preghiera che tengo in un crest nel mio studio con il ricordo di alcune navi su cui ho trascorso periodi indimenticabili e penso alla Marina Militare a cui debbo una buona porzione della mia vita e della mia preparazione. Sentiamoci quando potrai e mi renderai felice come lo sono adesso conversando con te con un mezzo modern, ma immediato nel trasmettere i miei sentimenti. Grazie Mario ti abbraccio affettuosamente e ti ringrazio a presto Giorgio.

Luciano Favretto...... fodfav@tin.it 10 Marzo 08
Carissimo Mario e carissimi tutti, et voilà, rientrati a casa, ci sentiamo sicuramente pieni di tanta commozione per questo nostro incontro, fatto sì di tanti ricordi ma anche di tanta voglia di non lasciare che la cosa finisca qui, magari in attesa di un’altra celebrazione nei prossimi anni. 40 anni non sono pochi, è quasi una vita tuttavia, nel rivederci, ci siamo sentiti tutti molto vicini, abbiamo ricordato le nostre giornate assieme, i giri del piazzale e quelli di barra, chi ne ha fatti di più e chi invece di meno, ma tutti grati a chi, come te, ha saputo organizzare il tutto in modo assolutamente perfetto anche compatibilmente con il numero dei presenti. Voglio ringraziarti per tutto questo, per questa grande opportunità che mi hai offerto a costo di sacrifici che so ti sono stati ripagati solo dalla grande stima ed affetto che hai saputo generare in noi tutti. La tua commozione - che ho fatto mia - nel ricordare chi non ci poteva essere vicino, quel silenzio suonato magistralmente dal trombettiere nella nostra cappella, le parole del sacerdote, la corona donata dai familiari dello scomparso amico Nobili, e più in generale il sentire di appartenere tutti a quella famiglia che si riconosce nei valori espressi, come dici, dall’essere stato UFFICIALE DI MARINA, tutto questo, con qualche lacrima nascosta nei momenti più emozionanti e commoventi, lo dobbiamo a te e al tuo impegno ma anche grazie al fatto che tanti hanno, nell’ essere presenti, ritenuto di dover condividere e che molti, assenti per ragioni di lavoro, non ci sono stati vicini fisicamente ma sono sicuro nello spirito, questo si’, come dimostrano i messaggi di oggi. Grazie Mario e grazie a voi tutti cari amici, molti dei quali non ho potuto salutare ma che ora, tramite questo mezzo che ci potrà consentire di sentirci ancora, voglio salutare con tanta simpatia ed affetto. Certo il nostro fisico è diverso, qualche annetto in più lo si vede e sappiamo ben che la nostra gioventù dei vent’anni è rimasta in Accademia, ma il nostro spirito di giovani è sempre quello, lo abbiamo dimostrato con la grande partecipazione a questo importante incontro. Non perdiamoci di vista, sentiamoci, scriviamoci, anche solo per un saluto comune in qualche occasione di vita, ma restiamo sempre uniti per far si’ che veramente, come dici tu Mario, si confermi in futuro che il 62° è stato veramente un corso speciale. E comunque, interpretando i tuoi auspici e certo di avere il supporto di altri colleghi ed amici della mia città, se vi va, fra due anni o quando vorrete, ritroviamoci a Trieste, io, Mario carissimo, sono a tua disposizione per questo futuro possibile ed auspicabile evento. Un abbraccio a tutti e a rivedervi presto Luciano Favretto.

Francesco Orazietti ......francesco.orazietti@alice.it ....11 Marzo 08
Caro Mario, anche se non ho potuto essere presente, voglio ringraziarti ancora una volta per quello che hai fatto e stai facendo per il grande 62° AUCD. Non vi nego il grande piacere e la grande commozione nel leggere le vs lettere che molto amichevolmente inviate anche a me. Credo di non aver mai aperto la posta con la sollecitudine di questi giorni, in attesa di un messaggio. Non pensiate che sia retorica, ma nei giorni del raduno vi ho sempre pensato ed ho persino fatto vedere agli amici con cui mi trovavo il ns sito, permettimi di chiamarlo “nostro” anche se il grande impegno è tuo e dei tuoi collaboratori. Penso ancora al coraggio del ns amico che citi nella mail e che ha voluto essere presente a tutti i costi, questa presenza rappresenta meglio di tutto lo spirito che ci lega ancora dopo 40 anni e che ci fa trovare sempre una buona ragione x cercare di rivederci e l’orgoglio di essere stati, per molti di esserlo ancora e per noi di esserlo ancora nel cuore
“Ufficiali della Marina Militare Italiana”. GRAZIE vi saluto tutti con grande affetto un abbraccio e soprattutto arrivederci a presto. Francesco Orazietti

Giambattista Zino...... giambattista.zino@fastwebnet.it......11 marzo 2008
Caro Mario, voglio innanzitutto farti i complimenti per la perfetta organizzazione del raduno che, da quello che ho visto e percepito, è stato per tutti noi un evento di particolare partecipazione e commozione. Io ho sempre portato dentro di me un ricordo estremamente positivo del periodo passato in Accademia, ho sempre pensato che di aver avuto la fortuna di aver condiviso esperienze, fatiche e soddisfazioni con un gruppo di persone speciali. Ho incontrato con estremo piacere e commozione i vecchi compagni di tante passate esperienze (giri di corsa, di barra, studio.....) ma, a dispetto dell'inevitabile cambiamento fisico, ho rivisto sempre lo sguardo brillante e sincero di un tempo, che gli anni non ha annebbiato. Riconoscere i compagni ed essere riconosciuto, riscontrando reciproca commozione è stata una sensazione profonda e particolare; ho apprezzato ancora di più il significato di essere stato un "Ufficiale di Marina" e di aver fatto parte del 62° Aucd. Ho letto le lettere degli altri partecipanti e devo dire che tutti hanno avuto parole particolarmente toccanti e significative. Il mio tratto non è mai stato "manzoniano" ma ho voluto comunque rispondere tentando di esprimere le mie sensazioni. Un saluto ed un abbraccio a tutti e arrivederci a presto. Ex baule Giambattista Zino.

Francesco Mantero....... fdsalvatorepollo@fratellidamato.com 11 Marzo 08
Caro Mario, è con piacere che ho seguito l'evento tramite le vostre corrispondenze. Nel leggere la lettera di Boris, la tua risposta e il commento/risposta di Roberto, non mi vergogno di confessare che mi ha preso molta nostalgia, le lacrime mi sono salite agli occhi e col magone ho cercato di ricordarvi tutti. Purtroppo non posso, dalla nave, andare direttamente su internet, ma sicuramente appena a casa cercherò il sito per aggiornarmi. Trà i vari indirizzi comunque ricevuti ho trovato tanti nomi indimenticabili, ma non ne ho notato nessuno che possa fare riferimento ad Antonio Melli. Ne hai notizie? Mi farebbe piacere contattarlo, con lui eravamo anche compagni di scuola. A maggio mi farò sentire direttamente da casa. Ancora grazie un abbraccio Francesco Mantero
(trasmesso indirizzo di Melli)

Roberto Micol ........fam.micol@alice.it 11 marzo 2008
Caro Mario e carissimi amici, un grande grazie a voi ed alle vostre mogli per i bellissimi momenti passati assieme in questi giorni (inclusi i giri turistici delle rotonde tra l'albergo ed il resto di Livorno...): sono stati proprio una iniezione di fiducia nell'umanità e nella vita, in questo periodo di buio morale e spirituale che gran parte della società italiana sta vivendo. Colgo l'occasione per ricordare agli amanti della vela ed agli sportivi (ma anche a tutti gli altri) di votare per mia figlia Giovanna, velista per la Marina Militare; per informazioni ed istruzioni: vedere sul nostro sito sia "Vostre Fotografie B - Foto Micol - Vela" sia "Posta - Mar. 08". Un affettuoso "in <bip> alla balena" ed un arrivederci a presto da Roberto Micol.

Giuseppe Grosso.........giuseppegrosso1949@libero.it 11 Marzo 08
Complimenti a tutti da un "baule" del
63° Auc-D. Siete stati un gran bel corso e non vi siete smentiti. Guardo le vostre foto, leggo le vostre lettere nella posta e mi prende la commozione. La vita ci riserva spesso sorprese poco piacevoli, ma aver avuto l'onore di calpestare il sacro piazzale dell' Accademia Navale, essere stati Ufficiali di Marina, ci ha segnato per sempre e ci da una marcia in più. Colgo l'occasione per salutare Natangelo, Perazzo, Otrello, conosciuti ad Augusta e Predassi, che ho già ringraziato per la bella foto della "Mia" Nave. Giuseppe Grosso

Roberto Patruno......patrunor@hotmail.com 11 Marzo 08
Carissimo Mario, innanzi tutto un grazie per quello che hai fatto per tutti noi. Mi è capitato spesso di chiedermi, nel corso di tutti questi anni passati, che fine avessero mai fatto tutti i colleghi del 62°. Ed ora eccoci qui, tutti quanti di nuovo insieme, compresi coloro che nel frattempo ci hanno purtroppo lasciato. Avrei tanto voluto essere a Livorno per il 40°: mi è stato impossibile, e me ne dispiace tantissimo, ancora di più se si considera che il 21 febbraio scorso ero in Accademia ove ho tenuto una conferenza a beneficio dei Tenenti di Vascello CP partecipanti al Corso pre-comando. In tutti i casi, anche se trascorro lunghi periodi all'estero, farò l'impossibile per partecipare alla prossima manifestazione. Nel frattempo, visto che anche io, rimasto in Marina, ho raggiunto il grado di Contrammiraglio alla fine del settembre 2001, ti unisco una mia foto per l'archivio "i nostri Ammiragli". In attesa di incontrarci, un abbraccio a te e a tutti i colleghi. Roberto Patruno

Maurizio Rossetti Conti ........ nmmdvr@tin.it 11 Marzo 08

"Carissimi: sono stato in silenzio fino ad ora perché non trovavo parole che descrivessero esattamente le mie emozioni. Non le ho ancora trovate ma trovo giusto scrivere lo stesso. Oltre a ringraziare nuovamente Mario Gibertoni per l’impegno profuso desidero ringraziare tutti Voi; senza la Vostra presenza sarebbe stato impossibile vivere l’ esperienza indicabile di Livorno /2008. Vi ricordo tutti, chi più chi meno ed ogni tanto mi si presentano nuovi ricordi della nostra vita in comune o a destinazione. Non riesco a dire altro, almeno per ora, quindi Vi saluto augurandomi di poter partecipare quanto prima ad un nuovo incontro. Ciao a tutti Maurizio Rossetti Conti.

Bruno Enriotti bruno-e@libero.it 11 Marzo 08

Caro Mario,..... Rinnovo i miei ringraziamenti a te ed alle persone che ti hanno aiutato nell'organizzazione del "progetto" che ha avuto un ottimo risultato! Un carissimo saluto. Bruno Enriotti. PS: Appena arrivati in Accademia ricordo le marce in abiti civili (me lo sono sognato?).
(non ti sei sognato nulla era proprio così)

Eugenio La Maestra ......... eugenio@sutor.it 12 Marzo 08
Carissimo Mario, come già molti altri voglio espirmerti il più vivo ringraziamento per quanto hai saputo fare, senza il Tuo impegno sicuramente il "raduno" dello scorso sabato non solo non sarebbe riuscito, ma proprio non avrebbe avuto luogo. Per parte mia posso posso dire che la commozione nel rivedere visi che forse il tempo aveva cancellato come immagine è stata veramente grande e tutto sommato piacevole. Certo il fisico non è più quello dei ventanni, ma mi è parso che lo spirito sia rimasto quello di allora. Per chi, come me, ha scelto di rimanere in Marina sarebbe facile dire che l'organizzazione ha lasciato il segno ma, leggendo i pensieri dei compagni di corso e vedendo l'entusiasmo di tutti stampanto sui volti, anche dei familiari che erano presenti, mi sento di poter affermare che Si l'Accademia ha lasciato a tutti qualcosa di positivo che poi ci siamo portati dentro negli anni a venire. Spero che per il futuro poteremo ritrovarci e perchè no a Trieste che è una meravigliosa città e piena di significati morali per chi crede nell' Italietta nostra tanto vituperata, ma sempre cara e piena di bellezze e di cultura invidiata da tutto il mondo. Cari saluti a tutti i compagni di corso ed a Te in particolare ancora un ringraziamento. Un ringraziamento vorrei estenderlo anche a Sara che si è impegnata nell'organizzazione dell'evento a mio parere ben oltre un mero dovere d'ufficio. Con la certezza di rivederti presto a Roma ti faccio i miei più cari saluti. A tutti un simbolico ...per l'Italia hip hip hurrà. Eugenio La Maestra

Claudio Chifari....claudiochifari@tiscali.it 12 Marzo 08
Carissimi “Tutti” Ex Colleghi ed Ex Aspiranti, oltre ad unirmi a Coloro che mi hanno preceduto nel complimentare e ringraziare l’Organizzatore, Mario ed il Suo encomiabile Staff, voglio ringraziare di cuore Tutti Voi per la Vs partecipazione ed il sentito e sincero calore ed entusiasmo nel vivere i momenti di questa giornata. Come molti di Voi, unitamente alla gioia di esserci c’era in mè anche un po’ di dispiacere per Coloro che non c’erano; Alcuni perché “chiamati ad altri Incarichi “ nell’Alto dei Cieli (e tra Questi rimpiango qualche caro amico che pensavo di incontrare a Livorno ...) Altri perché, o impossibilitati per impegni precedentemente presi (ed un pensiero particolare và al ns caro Aldo Pallotti che immagino quanta amarezza avrà sentito nel “ non esserci” ) o perché momentaneamente indisposti per motivi di salute (ed a Questi Amici facciamo i migliori Auguri ed un Arrivederci al prossimo anno), ma oltre a questo velato dispiacere ... c’era anche un po’ di tristezza nel sapere che alcuni “di noi” non hanno partecipato perché, come ho avuto modo di sentire, ritenevano che fosse un incontro riservato per lo più a Coloro che hanno fatto “carriera” nella vita ! Pertanto il mio messaggio è diretto in particolare a questi ns. colleghi che sono sicuro che seguono l’avvenimento tramite il “sito” ! Anch’io come molti di Loro ero indubbio dal partecipare, vista la mia situazione attuale (.. provengo dal 2° divorzio... ..dopo periodi fortunati e felici, dopo aver veramente “girato il mondo” -...adesso “mi tocca” ...il periodo “di magra”....è la vita..!) Quindi cari colleghi non siate depressi o demoralizzati per la Vs situazione ... c’è sempre chi per un verso o per l’altro ha altri problemi ! Ma ritorniamo “a noi” ! Pensavo che avrei incontrato solo tutti colleghi “più fortunati” E grande è stata la mia meraviglia nel vedere arrivare degli “amici” ! Si !.. Qualcuno con i figli ed altri addirittura con i nipotini ! Era proprio una festa in famiglia più che tra ex-colleghi, era “tra Amici” ! E sono rimasto piacevolmente “colpito” nel vedere colleghi Ammiragli calorosamente abbracciare e baciare commossi ma anche contenti i ritrovati Amici. Vedere “amici” che pur non in perfetta forma fisica e con sacrificio hanno voluto “esserci” ! E questo Loro “essere” in questa festa -mi ha confidato qualcuno - l’ha lenito in parte delle sofferenze e Gli ha dato un po’ di “carica” per la vita ...anche perché non vorrà “perdersi” i futuri incontri ! Sotto un determinato aspetto ....Era come 40 anni fa !... Come aveva detto il buon Pallotti ...”in Accademia eravamo Tutti uguali ! Tutti sullo stesso Piano ! ”E così infatti ci siamo ritrovati, è stata una continua ed anche faticosa “ricerca” nel cercarsi e ritrovarsi ...nonostante i cartellini di identificazione ! A volte non era sufficiente leggere il cartellino ....bisognava con sforzo degli occhi “metterli a fuoco” ! Per cui molte volte si faceva prima a chiedere con entusiasmo ...dove fosse “uno” o “l’altro” ...ma a volte ci si rimaneva un po’ male nel sentirsi rispondere “ No, ! Non c’è ! Non è venuto” ! Ed io ho ancora negli occhi e nel cuore il piacevole stupore provato ad essere riconosciuto ed abbracciato da colleghi “visti” solo in Accademia e mai più poi... incontrati, e con i quali non avevo rapporti di studio o di vicinanza in camerata od a tavola ! Colleghi per i quali in Accademia io pensavo nemmeno di esistere ... anche perché in quel periodo ero piuttosto taciturno e me ne stavo solitario in disparte ...! Ed adesso dopo tutti questi anni vedere la Loro gioia di riconoscermi, rincontrarmi e scoprire piacevolmente con Loro qualche particolare di vita Accademica che mi ero dimenticato ! A maggior riprova di quanto sopra detto e da quanto scritto nei vari messaggi arrivati sul sito, faccio presente che le impressioni “esterne” dei miei due bravissimi figli ( 34 e 16 ½ anni ) sono state che oltre ad essere stati “colpiti” dall’organizzazione ed attrezzatura dell’Accademia, sono rimasti esterrefatti nel vedere quanto sincero calore c’era nei ns saluti, nel ns ritrovarsi, nel ns. riconoscersi ! E, come detto, soprattutto ...senza formalità e distinzioni di grado ! Ed hanno fatto fatica ad accettare che “Tutto Questo” avveniva incredibilmente dopo 40 anni ! Perché per Loro...per la confidenza e famigliarità subito avuta tra di noi ...sembrava che ci fossimo visti da pochissimo tempo ! Altresì sono stati impressionati ed un po’ commossi dalla sentita “unita” partecipazione avuta da Tutti in chiesa. Un piccolo mio dispiacere è stato nel non aver avuto abbastanza tempo per riconoscersi e parlare con tutti, anzi non c’è stato nemmeno il tempo per finire un discorso con qualcuno perché si veniva interrotti da altri che giustamente volevano salutare ! Il non aver avuto l’occasione di stare tutti insieme nel ricordare e brindare a qualche episodio “epico” del ns trascorso Accademico ! Vorrà dire che lo faremo il prossimo anno quando saremmo “di più” ! E con questo sincero Augurio di ritrovarci ho il piacere di portarVi a conoscenza che ho tenuto alto l’onore del 62° perché nel poco tempo rimasto prima di salire sul bus ....sono riuscito a fare “a nome di Tutti Voi” un giro “veloce” di piazzale ! Scusandomi della prolissità ....Contentissimo dei ritrovati Amici un Caloroso Abbraccione Claudio Chifari

Romeo Tafani...... xenon83@libero.it..... 12 Marzo 08
Ciao Mario, scrivo a te ben sapendo che divulgherai questa mio ringraziamento a tutti i colleghi che con la loro partecipazione all'evento hanno ricreato il clima goliardico ed incosciente di 40 anni fa. Questa ventata di giovinezza ci ha fatto dimenticare la nostra età e ci ha fatto tornare, anche se per poco tempo, a come eravamo pieni di grandi aspettative per il futuro. Il bilancio della vita che possiamo ora fare, con 40 anni in più sulle spalle è sicuramente positivo, pensavamo di non riconoscerci, ma è bastato uno sguardo e l'uomo di oggi si è automaticamente trasformato nel ragazzo con il quale abbiamo condiviso tanti sogni ed esperienze. La commozione ed il nodo in gola che ciascuno di noi ha cercato di trattenere, per non piangere, nel ricordare quelli che purtroppo ci hanno lasciato, ha arricchito ancora di più i ricordi e ha fatto aumentare la determinazione ad impegnarci affinchè al prossimo incontro quelli assenti siano presenti per condividere anche con loro le sensazioni bellissime ed intense che ciascuno di noi ha archiviato nel cuore. Dobbiamo assolutamente trovare quelli che non siamo riusciti a contattare, penso che se ci impegnamo un pochino tutti ci riusciamo. Un caloroso arrivederci al prossimo incontro Romeo Tafani

Gianfranco Mancini gf.mancini@alice.it 12 Marzo 08

Cari amici, la tentazione di scrivervi sabato sera, appena tornato a casa, è stata molto forte! Non l'ho fatto solo perché volevo far sedimentare un pò l'emozione dell'incontro e capire se il sentimento di gioia che provavo era più che altro mio. Rientrando sabato in Accademia, infatti, ho rivissuto con la mente le parole di incoraggiamento permeate di orgoglio che mio padre, anche lui Ufficiale di Marina "vecchio stampo", mi disse il giorno del nostro Giuramento (la sciarpa e la sciabola che ho poi indossato in servizio erano sue!). Ho rivissuto con vero rammarico il momento in cui gli ho annunciato che avrei lasciato il servizio attivo per passare alla vita civile... che delusione gli ho provocato! Lo confesso: in questi due giorni vissuti accanto a voi, e soprattutto parlando con coloro che hanno proseguito la carriera militare, ho capito che tutti i successi raggiunti nel lavoro civile non possono in alcun modo sostituire quello "spirito di corpo" che caratterizza la vita militare e che il nostro incontro ha prepotentemente messo in luce! Solo oggi ho finalmente capito (o voluto capire...) quello che mio padre spesso diceva: "In mare non può esistere competizione, ma solo solidarietà e lealtà!" Quanto aveva ragione!! E quanto è tremendamente diverso nel mondo del lavoro civile... Non lo nascondo: ho un pò rimpianto la scelta e bonariamente "invidiato" chi ha avuto la costanza di fare una diversa. Chiudo con un'ultima considerazione: quando eravamo allievi, percepivo gli edifici che contornano il piazzale come una barriera che ci accoglieva proteggendoci ma separandoci dal mondo esterno. Sabato ho avuto la possibilità di guardare il piazzale dall'ingresso principale e mi sono accorto che in realtà si apre verso il mare ed allora la mia percezione è mutata radicalmente: quel piazzale, e tutto ciò che per noi ha rappresentato, ci stava preparando ed indirizzando per navigare al meglio nel grande mare della vita!... Ma allora: perché non girare il Brigantino di 180° indirizzandolo verso il mare...Grazie a tutti per le belle giornate, in particolar modo a Mario e alla splendida Sara che, ne sono certo, ha avuta la capacità di gestire al meglio questo evento. Un forte abbraccio a tutti e spero di rivedervi al più presto.
Gianfranco Mancini

Tito Peliccetti ...t.pelliccetti@enac.rupa.it 12 Marzo 08

Cari Amici, leggendo le vostre lettere mi sono sentito molto vicino a tutti Voi e così ho pensato di inviarvi una mia foto scattata durante l'ultimo meeting JAA a Lisbona.
(Vedere Foto Piloti..) Spero che molti possano riconoscermi e, anche se invecchiato, ho al mio attivo 39 anni di attività di volo, di cui 11 nella Marina Militare. Ancora un caro saluto a tutti Voi. Tino Pelicetti

Livio Bernich... livio_bernich@generali.com 12 Marzo 08
Carissimi tutti, indirizzo la presente ai tre CapiCorso: Boris Cossutta per lo Stato Maggiore rispettivamente, Maurizio Rossetti Conti per i Corpi Tecnici durante i lunghi sette mesi e mezzo che ci hanno visto soffrire e gioire insieme 40 anni fa e Mario Gibertoni, attuale CapoCorso, eletto per acclamazione nei nostri cuori. A voi tre invio oggi, estendendolo a tutti, in un virtuale abbraccio globale, l’augurio di rivederci presto. Accanto a tale augurio, permettetemi di esternare quello che sto provando in questi giorni, post-raduno: ebbene ragazzi, forse sono più emozionato ora che continuo a leggere attestati di affetto da tanti di Voi verso il nostro Corso, che al momento in cui ci siamo ritrovati, quando la gioia ha superato qualsiasi altro sentimento (eccezion fatta, ovviamente, per quel momento durante la Santa Messa). Come qualcuno di Voi ha già detto, non ci sono parole per descrivere ciò che ho provato fra venerdì sera e sabato mattina. Mi limito pertanto a ringraziare tutti coloro che ho avuto l’onore di rivedere, compresi i vecchi e (ora) cari aspiranti alle Sezioni. Rinnovo a tutti il semplice augurio di rivederci, sia presto che successivamente (sempre senza ulteriori passaggi a miglior vita!). Ancora un grazie particolare a Mario e alla Sara, anche lei eletta per acclamazione
“Segretaria del 62° AUCD”. Vi abbraccio tutti. Livio Bernich

Giuseppe Foce...... giusefoce@libero.it 12 Marzo 08
Salve ragazzi!!!! Non ce la faccio a star zitto, devo dire qualcosa anch'io vincendo il riserbo. La cosa che mi viene spontanea è dire grazie. Grazie all' Accademia Navale sempre perfetta, a Gibertoni per l'impeccabile organizzazione dell'evento che ci ha permesso di reincontrarci dopo quarantanni, a tutti gli intervenuti (quelli ancora giovanili e vigorosi, quelli un pò più acciaccati, quelli ricchi, quelli meno ricchi, gli arrivati e i pensionati) e anche a quelli che per vari motivi non sono stati presenti, ma che avrebbero voluto esserci. Già il 9 mattina ho dato una sbirciatina al sito e ho visto che c'era qualcuno, segno che l'evento ha smosso veramente gli animi. Sul Viale dei Pini, in cappella (che commozione), a colazione mi sono sforzato di riconoscervi tutti, di associare i volti di allora con quelli di adesso aiutato dai cognomi sui badge; per qualcuno è stato facile, per molti non ci sono riuscito. Resta comunque la gioia di esserci stato e il ricordo incancellabile di un 62° corso con i contro...fiocchi! Ciao a tutti. Giuseppe Foce

Paolo Palaskov .. paolo.palaskovbegov@tin.it... 13 Marzo 08
Avevo lasciato l'ambiente della Marina Militare dopo il congedo del 1969. (ho mancato i precedenti raduni). I ricordi dell'Accademia, come dei rimanenti mesi, erano inesorabilmente caduti nell'oblio dei ricordi troppo lontani. Rivedervi e constatare che, nonostante le rughe i capelli bianchi o radi, lo spirito,l'allegria il cameratismo sono rimasti gli stessi, mi hanno dato una emozione, una commozione e felicità uniche. Mi piace pensare che ci siamo distratti per 40 anni e che volendo potremmo ricominciare a correre e marciare come allora. Forse esagero però spero tanto che ci rivedremo presto. Intanto ci sentiamo e rivediamo nel nostro sito. I ringraziamenti a Mario Gibertoni e ai suoi collaboratori non saranno mai abbastanza. Grazie, grazie Mario. Un abbraccio a tutti Paolo Palaskov PS: ho continuato a navigare anche se con altri mezzi. (Vedere Foto Piloti..)

Aldo Pallotti ...... aldo.pallotti@alice.it ....13 marzo 08
Caro Mario, sono felicissimo dell'ondata di ringraziamenti che ti sta arrivando e che è meritatissima. Noi lo chiamiamo il "feedback validativo". Tutti scrivono, tutti inviano foto, alcuni si rammaricano di non essere venuti...Guarda cosa sei riuscito a smuovere ! Anch'io sto scrivendo ad alcune persone alle quali ero più vicino, ad esempio voglio inviare a Monticini, così innamorato della sua Maremma, un lungo reportage fotografico e di testi scritti, realizzato da me e dai miei scolari quando siamo stati per tre giorni a Follonica. Ci sono idee molto belle dei bambini nei confronti di quella terra così selvaggia e nello stesso tempo ospitale.Ho anche scritto a Giorgio Mondinelli. Ti invio un caro saluto; desidero risentirti ogni tanto e sono sicuro che sarai disponibile, pur nei tuoi mille impegni, a leggere le mie mail. Aldo Pallotti
PS: ho avuto l'onore a tavola di essere seduto vicino alla Sara, che ringrazio sia per la cortese e piacevole compagnia durante la cena, sia per tutto quello che ha fatto per favorire il nostro incontro. Aldo

Eugenio Tancini.... eugenio.tancini@pegperego.it 13 Marzo 08
Carissimi amici, sento anch'io il bisogno di unirmi a quanti hanno espresso il loro vivo apprezzamento per l'incontro in Accademia. Sono stati momenti particolari, di commozione e di sentimenti profondi che ci hanno riportato indietro di 40 anni. Ho visto sul viso di ognuno la gioia di essere lì. Peccato che mancavano molti compagni di corso. A coloro che non hanno potuto essere presenti, invio in allegato alcune fotografie al fine di renderli partecipi di questo avvenimento. Uno dei gemelli Eugenio Tancini.
(Foto inserite nel sito)

Ezio Filippi-Alaba...... filiala@alice.it 13 Marzo 08
Caro Mario e a tutti gli amici del 62°. Non ho mai provato tanta emozione, come in questi giorni, nel ricevere della “posta elettronica”. Messaggi permeati di tanto sentimento sono apparsi sul mio video dandomi ancora un brivido di orgoglio per esser stato uno di voi. Condivido in pieno tutta la gratitudine, le manifestazioni di sincera amicizia e di gran stima che sono emerse da ogni scritto dedicato a te, e non solo. Ogni parola che direi è stata certamente già scritta. Comunque voglio ringraziarti di cuore per tutto quello che hai fatto, al fine di realizzare questo formidabile incontro che mi ha lasciato dentro una traccia indelebile, non certo come quella lasciata dietro gli sci destinata a sparire in breve… Quando mi sei venuto incontro per salutarmi con quel tuo inconfondibile e schietto sorriso, ho avuto l’impressione che il tempo si fosse fermato, invece sono trascorsi già più di dieci anni da quando ci siamo visti a Trieste. Non nego che l’aspettativa di incontrare i “vecchi” compagni dell’Accademia Navale non è stata scevra di un velo di incertezza! Ma tu hai pensato anche a questo con le targhette Amarcord, che hanno risolto più di qualche lecito dubbio visivo e di memoria… dopo quarant’anni!!! Poi, anche se abbiamo potuto notare su di noi delle copiose cadute di neve su barbe e capelli, o diradamenti tricologici più o meno evidenti, o ventri non propriamente piatti come allora; lo spirito e la vitalità sono rimasti quelli stessi e, rivedendoci, si sono addirittura amplificati. Ovviamente le singole attenzioni si sono posate maggiormente su coloro i quali sono stati più vicini in Accademia o nelle varie destinazioni, comunque ho percepito tra tutti in assoluto una sincera gioiosità nel ritrovarsi. Mi dispiace non aver rivisto alcuni amici che mi sono stati vicini in quell’indimenticabile periodo, ma spero proprio nella prossima occasione. Della Manifestazione 62°AUCD poi, non ho parole per esprimere le sensazioni che ho provato. E’ emerso ancora una volta l’orgoglio di essere stato un Guardiamarina, e per di più… di essere stato e di sentirmi ancora un tuo e vostro amico. Con immutato affetto, un abbraccio. Ezio Filippi-Alaba


Bruno Enriotti ...... bruno-e@libero.it 14 Marzo 08

Caro Mario, ti chiedo cortesemente di inoltrare questo mio messaggio (il mio server di posta non accetta tanti indirizzi), grazie. Un caro saluto, Bruno Enriotti.
Carissimi colleghi del 62° corso AUCD, vorrei invitarvi ad un esercizio: sul nostro sito nella sezione "Sezioni del 62° - Maricentart" c'è la fotografia dei partecipanti al corso di abilitazione "a" (Taranto, Estate 1968), vi riconoscete? Dove? Io sono l'ultimo in basso a destra, alla mia sinistra c'è Baudo Alfio, e poi ......? Inoltre se, esagerando, inviate anche una fotografia attuale ("attuale" e non come quella del collega Chifari che, prima di essere smascherato, per alcuni giorni ha fatto morire d'invidia molti di noi), potremmo tentare di attualizzare il gruppo. Da parte mia allego una fotografia scattata in occasione di un evento di intimo gaudio (il matrimonio di mo figlio). Un caro saluto tutti con tanti auguri di ogni bene. Bruno Enriotti.

Luciano Merenda...luc.merenda@inwind.it 14 Marzo 08
Caro Mario – ed a tutti gli amici del 62°, anche se non ho potuto essere presente voglio ringraziarti per ciò che hai fatto per il 62°AUCD. Io sono rimasto in marina per 39 anni effettivi per poi transitare in ausiliaria nel 2006 con il grado di Capitano di vascello AN. Voglio solo dirti che sono stato veramente impressionato dallo spirito di tutti. In questo mondo grigio e privo di valori autentici, l’entusiasmo dimostrato dagli amici del 62° rappresenta veramente una rarità ed un valore assoluto che spero possa essere d’esempio per i più giovani. Complimenti per il sito internet che non mancherò di visitare periodicamente. Un lavoro eccellente che permette di contattare vecchi amici che non s'incontrano da molti decenni. Un pensiero ed un abbraccio affettuoso a tutti gli amici che ci hanno lasciato prematuramente e mi riferisco in particolare, con tanto dolore ed infinita nostalgia e tristezza ad Affanni e Nobili. Mi auguro, di tutto cuore, che potremo festeggiare tutti quanti insieme i cinquant’anni del 62°. Di nuovo complimenti a Mario ed in bocca al lupo a tutti. Luciano Merenda

Memmo Casini Lemmi ....... giuseppe_lemmi@hotmail.com 14 Marzo 08
Caro Mario, nella foto di gruppo non ci sono. Non ci sono perche’ mi trovo in mezzo allo Oceano Atlantico sulla via del ritorno in Europa dopo una splendida stagione di crociere in Brasile. Per la prossima foto di gruppo spero con tutto il cuoredi far parte della squadra. Scrivo perchè ho letto tutti i messaggi relative al quarantennale e sono impressionato dallo spirito di tutti. Arrivero’ a Livorno con il Grand Mistral, come ti avevo anticipato, il 18 Marzo ovvero un po’ in ritardo rispetto alla celebrazione. Sarebbe stato bello ospitarvi tutti nella sala delle feste. Sarà per la prossima volta. Mando anche la mia foto attuale e quella della nave. Se interessasse a qualcuno di voi sto scrivendo a puntate la mia storia della serie di navi da crociera che ho contribuito a costruire e a far navigare, la serie “R”. Sono 12 puntate che raccontano non solo di navi ma anche di amore per chi ci lavora e ne trae sostentamento.Il sito web della Societa’ Dei Capitani Di Camogli è il seguente:
www.scmncamogli.org Non vedo come non congratularmi con te Mario per il successo che hai avuto nell’organizzare l’evento. Il riscontro è impressionante. Ancora una volta è stato dimostrato che con la passione e la determinazione si possono raggiungere risultati altrimenti impossibili. Congratulazioni e grazie anche a chi ti ha assistito nello sforzo. Un abbraccio a tutti i Colleghi dalla Plancia del “Grand Mistral”. Memmo Casini Lemmi (Vedere Foto Casini Lemmi)

Remo Rebeggiani....remo.rebeggiani@agipco.com 15 Marzo 08
Cari Amici, sono orgoglioso di poter dire che questa volta " ..io c'ero.." anche se non è stato semplice. Il richiamo era forte, la curiosità di rivedere luoghi e compagni di Corso dopo 40 anni ha avuto il sopravvento.. è ho partecipato. Confermo le emozioni provate da tutti e sono convinto che quel 62º AUCD aveva ed ha qualcosa di magico che ci ha contagiato per sempre. Un grazie a Mario e al suo Staff per l'eccellente organizzazione, senza di Loro avremmo perso questo momento irrepetibile che rimarrà scolpito nel cuore di Noi... "attempati duri professionisti". Un grazie ancora Mario e ...alla prossima! Ciao a tutti Remo
(Vedere Foto Piloti)

Angelo Roma....dir@intercontainers.it 15 Marzo 08
Caro Memmo, sono Angelo Roma, quando ho letto che martedì sarai a Livorno con il Grand Mistral mi è venuta subito voglia di scriverti. Sai ho pensato.....ormeggerà quasi sicuramente all'Alto Fondale (praticamente a 300 mt. in linea d'aria del mio Terminal Containers)....se posso lo vado a trovare a bordo! Ti vorrei raccontare di persona la grande emozione che abbiamo provato tutti nel riverderci, e la consapevolezza che d'un tratto siamo tornati indietro di 40 anni! Credimi lo spirito in quei momenti era quello, ridevamo addirittura delle stesse battute che facevamo all'epoca! Ciao, Angelo Roma.


Carlo Passerin d' Entrèves ...vapdentreves@tin.it 16 Marzo 08
Caro Mario, cari Amici del 62°, Avrei voluto scrivere prima, ma purtroppo ho passato la trascorsa settimana tra un aereo e l'altro per lavoro. Nel frattempo però leggendo le vostre lettere e andando con la memoria al raduno ed ai tanti amici rivisti con gioia ed,ammetto, con un pò di commozione, mi sono chiesto se il nostro 62° non sia stato un corso un pò "speciale" e non solo perchè -a quanto mi risulta- fu il primo corso AUCD a celebrare il suo MAK P 100. Infatti come testimoniano la nostra grande partecipazione e le nostre parole, esso ha creato in tutti noi un sentimento di forte attacamento alla "nostra" Marina e la coscienza che la dura disciplina impostaci in Accademia, lungi dall'essere fine a se stessa, ha avuto un importante ruolo formativo che tanto ci è servito poi a bordo delle navi e nella vita civile ! In realtà però ritengo che, certamente il nostro corso (e noi) era un pò "speciale"ma che speciale è anche quello spirito di "appartenenza" che la nostra Marina ha forgiato in ciascuno di noi e per il quale, anche quando non sei più in servizio effettivo e fai un altro lavoro, ti senti e resti sempre "un Ufficiale di Marina" e ne sei orgoglioso tanto che se ne hai l'occasione lo ricordi agli "altri" (e, nella mia personale esperienza, ricevendone in genere un apprezzamento positivo). E' molto bello e gratificante poter ognitanto rinfrescare questi sentimenti ritrovandoci e ricordando insieme tanti episodi della nostra vita in Marina e...non solo. Sono quindi particolarmente grato a Mario per averci consentito con il suo entusiasmo e capacità organizzativa (grazie anche a Sara ! ) di ritrovarci in Accademia e mi auguro che non trascorra troppo tempo prima di incontrarci nuovamente. Inoltre visto che ora abbiamo il nostro Sito utilizziamo anche il Web per restare uniti ! Bravo Mario ed ancora grazie a te ed a Sara A presto Amici ed un abbraccio a tutti. Carlo Passerin d' Entrèves

Augusto Orlando......augusto.orlando@orlando.it 16 Marzo 08
Caro Mario, cari amici. Purtroppo non ho potuto partecipare neanche questa volta (e sono due), spero ci sarà la possibilità di incontrarci ancora in futuro. Non per cercere scuse, che credo fra di noi siano assolutamente fuori luogo, però se fosse stato possibile rispettare la data prevista in precedenza, sarei stato anch'io con voi; sono appena rientrato. Mi ha fatto un gran piacere ricevere tanti messaggi e constatare che nonostante i 41 anni passati c'è ancora vivo in tutti noi il sentimento che ci aveva uniti. Colgo l'occasione per un caro abbraccio virtuale a tutti e grazie ancora a te Mario, per la costanza e ferma volontà di continuare a tenerci sempre tutti in contatto ed uniti. Un ringraziamento particolare alla Dott.ssa Sara. Augusto Orlando

Luciano Merenda.......luc.merenda@inwind.it 16 Marzo 08

Caro Mario, ancora una volta voglio ringraziarti! Hai creato un'eccellente organizzazione che mi ha permesso di contattare amici che non sentivo da decenni. Di nuovo complimenti a te, alla dottoressa Sara ed a tutti coloro che hanno lavorato per il 62°! Un abbraccio Luciano Merenda

Mario Gibertoni.....mariogibertoni@gmail.com 17 Marzo 08
Carissimo Memmo, e Carissimi Amici, è con vivo piacere che ricevo tue notizie e mi complimento di nuovo con te. La nave che comandi, la Grand Mistral, è semplicemente imponente e svela nelle sue forme l'orgoglio di una Regina dei mari. Credo che oltre a me, molti altri nostri amici, porranno tra i sogni futuri una bella crociera a bordo di questa bellissima realtà. Peccato davvero non essere riusciti a conciliare le esigenze dell'Accademia con la tua presenza nel porto di Livorno. Spero almeno che i nostri amici che abitano nelle vicinanze non lascino cadere l'occasione di passare a farti un saluto. Come ti ho già accennato, stiamo programmando, a grande richiesta, l'incontro per il prossimo anno probabilmente nella città di La Spezia. Conoscendo in anticipo i programmi delle tue crociere potremmo cercare di far coincidere una Tua presenza in porto a Genova, con il nostro incontro. In effetti, credo che sarebbe molto bello organizzare un qualcosa, tutti noi del 62° insieme nella sala feste del Grand Mistral. Grazie anche per la fatica che stai sostenendo nel costruire il vissuto della serie di navi da crociera “R”. Sicuramente molti di noi andranno a visitare il sito della società dei Capitani di Camogli.
www.scmncamogli.org
In verità sono Io il primo a stupirmi dell'entusiasmo e del riscontro che ha avuto il nostro 40° anniversario. Riflettendo e sentendo il parere di molti amici che mi hanno scritto, possiamo dire che sicuramente il nostro è stato un corso di rottura rispetto al passato. Non solo perché, come ricordava l'amico Carlo Passerin, nella sua email abbiamo ripristinato una tradizione ormai persa qual' era quella del Mac P 100, ma anche perché la nostra presenza in Accademia e in Marina ha coinciso con i profondi cambiamenti dell'Italia di allora. Ricordiamoci sempre dell'autunno caldo…. e del nostro essere formati secondo il motto "Patria e Onore". Credo anche che questa prima analisi meriti un'osservazione più profonda. A partire dai meccanismi di selezione per essere ammessi al Corso Ufficiali, (ricordate i tre giorni di test psicologici e le minuziose visite mediche?), alla formazione successivamente ricevuta fortemente orientata all'assunzione di responsabilità e alla capacità di lavorare in gruppo (ricordate ancora quanti giri di corsa nel piazzale per non denunciare chi tra noi aveva suonato, non autorizzato la campana?), sino ai periodi di primo imbarco, ci siamo sentiti molto uniti. Oserei dire che veramente per noi quelli che furono i giorni più lunghi e per certi versi più faticosi per la disciplina che dovevamo affrontare, si sono poi trasformati nei più belli con l'avanzare degli anni… Grande in tutti la commozione nel rivederci, nel ricordare chi non aveva avuto la stessa fortuna... ma soprattutto nel capire che quell'incontro in Accademia, era da considerarsi "unico" sia per l'evento dei 40 anni, sia perché non ci sarà più consentito in futuro accedere a questa importante struttura di tanta parte ha avuto nella nostra giovinezza. L'incontro, oltre a cementare una vecchia amicizia ha creato un "miracolo", non solo riportando in tutti noi l'orgoglio di avere rivestito una divisa tra le più prestigiose quella "Ufficiale della Marina Militare" ma soprattutto facendo crescere anche successivamente all'evento il desiderio di non cadere con gli anni nel meccanismo "della solitudine". Molti mi scrivono trasmettendomi l'intensa gioia che ricevono, grazie all'essere entrati in contatto con amici che credevano ormai persi nei ricordi della giovinezza, ritrovando nuovi motivi per solidificare una amicizia, programmare incontri, scambiarsi esperienze di vita. Vedi Memmo tutto questo ricompensa ampiamente l' impegno che ho profuso nell’iniziativa……. Ma rinnova anche una nuova responsabilità collettiva, il rintracciare coloro di cui abbiamo perso ogni contatto. Basta rileggere l'elenco dei nomi degli amici del 62°, presente nei sito, per rendersi conto quanto ancora ci rimane da fare prima del prossimo incontro. Certo di rivederti in un prossimo evento, di nuovo complimenti per il meritato successo, Mario.

Paolo Martella......martella.p@libero.it 17 Marzo 08
Caro Mario, mi aggiungo alla lista dei compagni del corso che ti hanno ringraziato per questa spledita ed impegnativa iniziativa. Inoltrerò la tua richiesta a Valeria e Flaminia che mi hanno manifestato la loro graditudine per il ricordo di Marco, mio grande Amico. Quando di passaggio a Roma o a Pomezia mi farebbe piacere incontrarti, considerando anche che l'azienda grafica di famiglia è confinante con postel-postelprint dove tu hai operato. Un carissimo saluto ed a presto. Paolo Martella

Giorgio Mondinelli ........ mondinelli@tin.it 17 Marzo 08
Grazie ancora e congratulazioni per la Tua efficiente organizzazione, ho rivisto tanti amici che ritengo fratelli del nostro meraviglioso corso. Sono ancora commosso e soddisfatto. Auguri a tutti e mi aspetto di rivederci ancora. Siamo veramente uniti dopo tante primavere, ciao da Giorgio.

Flaminia Nobili ........flaminia.nobili@gmail.com 17 Marzo 08
Gentilissimo Dott.Gibertoni, abbiamo ricevuto da Paolo Martella la sua e-mail, mia mamma Valeria ed io la ringraziamo infinitamente per l'impegno e l'affetto che ha dimostrato nell'organizzare il Raduno. Siamo state molto felici di parteciparvi in ricordo di mio padre Marco. Ci siamo sentite circondate dall'affetto di tutti voi e ancora una volta abbiamo avuto la prova di appartenere ad una bellissima famiglia quale è la Marina Militare. Le invio qualche scatto che ho fatto durante la visita in Accademia. Cordiali Saluti, Flaminia e Valeria Nobili.
(Vedi premia la foto...)

Marzio Montanari ..........marzio.montanari@libero.it 17 Marzo 08
Carissimi Mario e Sara scusatemi se sarò l'ultimo a ringraziarvi per le splendide giornate passate a Livorno (non per questo il ringraziamento è meno sentito), ma sono stato anche l'ultimo assieme al buon Tafani Romeo ad abbandonare la "nave" domenica mattina. Al rientro a casa ho poi avuto per alcuni giorni le linee telefoniche isolate, e sono rimasto stupefatto nel trovarmi le moltissime e-mail dei partecipanti e non, al raduno che ho stampato e penso che le rilegherò e ne farò un volumetto. Per me è stato come tornare indietro di 40 anni, ho provato le stesse sensazioni e la stessa grinta di allora, tanto che tutt'ora mi sembra di sentirmi più eretto nel fisico. Se questo è l'effetto, penso che sarà utile aumentare la frequenza di questi raduni ed avremo scoperto il nostro elisir di lunga vita! Bando alle chiacchiere, colgo l'occasione per inviare a voi ed attraverso voi a tutti i partecipanti e famiglie i migliori auguri di Buona Pasqua. Marzio Montanari

Cesarino Graziosi.....cesarino.graziosi@alice.it 18 Marzo 08
Cari Mario e Sara, navigando sul sito ho trovato alla voce "Vita in Accademia - Calcio" una formazione della squadra di calcio Capitanerie di Porto/Commissari. Poichè a casa ho la foto, vi posso dire che dietro in piedi da sinistra ci sono Crevatin, Reggio, Giaume, Torriani, Graziosi. La formazione di riferisce all'incontro con la sezione Armi Navali svoltasi il giorno 18 marzo 1968 e vinta dalla squadra Capitanerie di Porto/Commissari per 2 ad 1. Saluti Cesarino

Claudio Chifari....claudiochifari@tiscali.it 18 Marzo 08
Poichè so che in Accademia tutto deve giustamente essere regolato, ho pensato che realmente fossero programmati dei giri di piazzale per i volenterosi. ( ed avevo già trovato in qualche collega ..volontari "pronti" ); Quando ho visto che ormai stavamo aspettando e partendo con l'ultimo pulman chiedendo il permesso al ns guardiamarina proposto mi sono "lanciato" da solo "nel giro" ma ho fatto così "veloce" che mio figlio più piccolo non ha fatto a tempo a cambiare le pile scariche alla macchina fotografica. Inutile dire che ci tenevo ..sarebbe stata una foto storica ! Poi il figlio più grande mi ha detto che -per la buona andatura avuta l'uffiale di guardia che controllava dalla finestra ha esclamato un "mica male!" Il punto è che ...con mia grande delusione ...sono rimasto senza foto ... però i miei figli dicono che c'era nel piazzale una signora alta magra e mi sembra bionda che ha "ripreso" tutto !?! Vi risulta ?
Sapete Chi possa essere ? forse la moglie di Passerin ? Avete già ricevuto detta foto ?
( Chi può esaudire la richiesta di Claudio? )

Luciano Perazzo.........l.per@libero.it 18 Marzo 08
Caro Mario, ti prego di voler inviare il mio saluto a tutti, sono fuori Italia e ti sarò grato per questa cortesia. Un caro saluto a tutti i colleghi con i quali nel 1967 /68 trascorsi mesi di fatiche e studio indimenticabili (sic), e che tuttavia ho sempre ricordato con piacere, come esperienza unica per contatti umani e formativa. L'altra volta partecipai con gioia, ed in questa occasione sono stato vicino mentalmente, non potendo essere presente. A tutti un caro augurio di buona continuazione, e di Buona Pasqua. Luciano Perazzo

Aldo Tomassini... aldotomas@libero.it.... 18 Marzo 08
Carissimo Mario, dopo il “fantastico” raduno del 62° Corso AUCD, ognuno di noi è ritornato alle proprie attività, dopo ben 41 anni mi hai dato la possibilità di ritrovare gli amici che avevo perso di vist, ma mai dimenticati. Per ognuno di noi, il destino, ha deciso di farci percorrere strade diverse, ma gli otto mesi passati insieme ci hanno legato da un filo invisibile e indistruttibile che ci unisce da sempre e per sempre. Grazie Mario per averci fatto questo regalo! Il nostro Corso è stato “speciale”, forse il migliore di tutti, non solo perche’ abbiamo ripristinato il Mac P 100 e tante altre attività sospese da anni, speciale per l’amicizia per la stima per la solidarietà reciproca che ci hanno distinto, a tale proposito ricordo tanti episodi tra i quali uno che evidenzia lo spirito di altruismo che ci portava a dare senza chiedere nulla in cambio; quando si andava su in alto al Brigantino, per imbrogliare o sbrogliare le vele, A.B., prima di salire mi diceva “Aldo aiutami, quando sono su ho paura di cadere, stammi vicino….. allora lo rassicuravo e gli dicevo… stai tranquillo, andiamo su assieme aggrappati a me e non avere paura “ (io le prime volte, ne avevo piu’ di lui) ma a costo di spellarmi le mani
non l’ho mai abbandonato. L’Accademia Navale, Scuola di Marina e di vita, dove si entra da ragazzi e si esce da uomini veri, e questo siamo, uomini d’ONORE e sempre fedeli alla PATRIA, orgogliosi di essere stati Ufficiali di Marina. Un doveroso pensiero va agli amici che non sono più con noi, non sapevo della loro scomparsa, quando nella Cappella hai letto i loro nomi, con la giusta emozione che il momento imponeva, ho pianto anch’io, loro erano lì con noi.
Auguri speciali di buona Pasqua a te alla tua famiglia e a Sara “meravigliosa creatura” Con tanta stima e affetto. Aldo Tomassini

Pietro Predassi ...........predispa@gmail.com 19 Marzo 08
Anche se non vi ho visto ero lì con voi!!!!!

Auguro a tutti gli amici del 62° e famiglie una dolce, felice e serena
SANTA PASQUA
Pietro Predassi
(Mi associo! Mario Gibertoni)


Pietro Predassi ...........predispa@gmail.com 20 Marzo 08

Ciao Mario, non ero presente ma con tutto il materiale che ho potuto vedere mi sono sentito felice e quasi presente. Penso che il nostro corso è stato sicuramente "speciale" e di "rottura", nella dedida che il comandante mi fece quando sbarcai fui così definito: "il guardiamarina più beat che la storia della marina ricordi". Ma il nostro corso è anche il più fortunato ad avere un unico allievo che per ben due volte ha saputo riunirci e regalarci un attimo di gioventù. Grazie Mario.
Ora a parte i sentimenti vedendo le foto del raduno non sembravano a colori, ma in bianco e grigio, sono riuscito a riconoscere solo pochissimi, comunque vedere tutte quelle faccie sorridenti è una gioia. Per il libro del MAK P 100 ( il p greco non lo trovo) avevo disegnato un auto, oggi per un nuovo libro allego il disegno di mia figlia ispirato dalle foto attuali, spero che ti piaccia. Buon Proseguimento



C:\Sito Accademia\ObjText\nave_small.jpg
Error File Open Error



Enzo Ricciotti. ........ c.ricciotti@virgilio.it 21 Marzo 08

Carissimi tutti, con immensa gioia ho letto i vs messaggi e come per incanto mi sono ritrovato in quei giorni di 40 anni fa, ormai tanto lontani ma ancora vivi e presenti come se tutto questo tempo non fosse passato. Quando Mario mi ha telefonato per comunicarmi l'incontro ho colto l'occasione di ripassare il libro del nostro MAK P 100 e le fotografie, cercando di cogliere gli sguardi, quelle fisionomie che mi avrebbero aiutato a riconoscervi dal "vivo". Ragioni indipendenti dalla mia volontà non mi hanno consentito di essere presente, ma quell'esercizio non è stato inutile. I ricordi dell'Accademia e di tutti voi che per tanto tempo erano caduti nell'oblio sono riemersi e mi hanno dato commozione ed emozione uniche; rivedere poi le foto scattate in "tempo reale" da chi ha potuto partecipare, ha suscitato in me il rimpianto di aver perso una grande occasione di riabbracciarvi e di rivivere con gioia gli episodi che hanno caratterizzato la nostra vita di quei giorni. Cari Mario e Sara,segretaria acclamata,non ho parole per ringraziarvi di quanto avete fatto in questa ed altre occasioni ; mi auguro tanto di risentirvi per un prossimo, e spero non troppo lontano, raduno al quale ( scongiuri!!!!!!!!!!!!!!!) non ho proprio intenzione di mancare. Ringrazio ancora tutti gli amici che hanno inviato le foto e vi abbraccio con tanto affetto Enzo Ricciotti.


Francesco Cordera ........ francesco.cordera@tin.it 21 Marzo 08
Carissimi tutti, ognuno dei vostri messaggi su questo nostro bellissimo incontro esprime qualcosa che ho provato anch'io, la nostalgia, il senso di appartenenza, la fierezza, la commozione e, per quelli come me che hanno lasciato subito la Marina, una buona dose di affettuosa "invidia" verso quelli che hanno potuto condividere ancora tante esperienze. Mi rimane una nascosta speranza che qualcuno dei miei 5 nipotini possa un giorno farmi rivivere questi sentimenti!!! Un grazie enorme a Mario per la determinazione e per la splendida organizzazione dell'evento.Con affetto un saluto e un arrivederci a tutti. Francesco Cordera
(repubblica marinara piemontese)


Augusto Magnini ........a.magnini@alice.it 21 Marzo 08

Caro Mario, innanzitutto tanti auguri di buona Pasqua a te e famiglia. Grazie per tutta l’emozione che mi hai fatto sentire leggendo le lettere che pervengono, la prossima volta non mancherò. Hai fatto un lavoro di organizzazione splendido… una riflessione: hai notato che tutti noi abbiamo gli stessi concetti ? L’ideale di Patria, ad esempio, devi normalmente nasconderlo quasi fosse una bestemmia dire “io amo la mia Patria e sono orgoglioso di essere italiano”, fra di noi invece è ovvio, è una certezza insita in noi. Come nella favola del brutto anatroccolo “ alla rovescia…” ti mando le foto per l’archivio del 62°. Un abbraccio Augusto


Gianni Monticini ........
monticini.giovanni@tin.it 21 Marzo 08

Caro Mario, sono già trascorse due settimane, ma è ancora viva la commozione dell'incontro con te e con tutti gli amici del 62°, ho ben impresso nella mia mente la tua commozione mentre leggevi la “preghiera del marinaio”, ho letto tutte le Mail che ti sono state inviate, ho visto l'arricchimento del sito e plaudo a questa iniziativa, ma voglio sopratutto con questa mia ringraziarti per la tua iniziativa che so che hai voluto con tutte le tue forze e tutto il tuo entusiasmo, iniziativa che ci ha portato ad incontrarci per la terza volta che sicuramente, devo dire, è stata la più bella perchè fatta da persone che dopo 40 anni ( in età piuttosto matura) hanno ancora sentito il forte richiamo per quel periodo in Accademia che ci aveva uniti. Durante il raduno è mancata una sola cosa : un ufficiale e formale ringraziamento nei tuoi riguardi che oggi sento di doverti reiterare a nome mio e di tutti. Intanto, nell'augurare a te a alla tua famiglia una serana Pasqua, ti invio alcune foto che ho selezionato (altre te ne invierò in seguito): sono un piccolo spaccato del periodo del nostro imbarco. Ne ho ritrovate molte e con esse mi sono ritornate in mente infinite cose e insieme l'orgoglio di aver vissuto quel periodo (era il “68”) in maniera costruttiva e formativa per la nostra vita successiva, fino ad oggi e oltre! Ti mando anche una foto dell'accademia per il concorso che per me emblematica : “ le draglie” .......Un abbraccio Gianni

Michele Cipollone .........cipollonemf@alice.it" 21 Marzo 08
Caro Mario, avendo atteso molto nell'esprimerti il mio compiacimento per la tua magnifica iniziativa, mi ritrovo senza aggettivi e frasi di apprezzamento perchè già abbondantemente utilizzati da chi è stato più sollecito di me. Uno però c'è, sei stato INSUPERABILE. Approfitto per formulare l'augurio di una serena Pasqua a tutti i RAGAZZI dell'ormai mitico 62° AUC "D" ed alle loro famiglie. Un affettuoso e caloroso abbraccio Michele Cipollone.

Baudo Alfio .........albama@cheapnet.it 22 Marzo 08
Caro Mario, non essendo sicuro che tu abbia ricevuto il mio messagio di auguri forse a causa dei troppi indirizzi, voglio rinnovarteli, ringraziandoti anche per il tuo impegno verso il nostro corso che mi fa sntire meno isolato e che fra l'altro mi ha dato la possibilità di entrare in contatto con colleghi con cui sono stato molto legato e di cui avevo perso le tracce. Buona Pasqua a voi tutti e Grazie. Alfio Buaudo

Angelo Insalaco ....... angelo.insalaco@libero.it 22 Marzo 08
Carissimo Mario, ancora GRAZIE per quello che ci hai fatto rivivere dopo quaranta anni dal nostro ingresso in Accademia. E pensare che l'anno prima, alla visita di leva, avevo rinunciato a partecipare alle prove di selezione per l'Accademia di Livorno per presentare la domanda di esonero dal servizio militare (era morto mio padre ed io ero il più grande di tre fratelli). Solo dopo un anno, quando mi è stato negato l'esonero ho richiesto di partecipare alle selezioni. Il seguito di due anni l' ho vissuto in parte con voi.
Dopo aver terminato il servizio militare ho ripreso, ancora per poco, a navigare e poi mi sono iscritto alla Università e laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Medicina Preventiva dei Lavoratori e Psicotecnica. Questo non significa che quello che ho vissuto insieme con tutti voi è stato dimenticato anzi, nel periodo in cui sono stato Sindaco della mia Città (GAETA) ogni volta che venivo invitato o partecipavo a manifestazioni militari speravo in cuor mio di incontrare uno di voi. Non nascondo l'emozione che ho provato quando a fine gennaio sono stato contattato per la prima volta da Sara che mi annunciava l'iniziativa del Quarantesimo. Inizialmente sono rimasto interdetto, quaranta anni corrispondevano al 2007, ma quando ho chiesto alla mia interlocutrice qualche nome dei partecipanti ho riconosciuto che si trattava del mio corso. Il resto ( i contatti, l'incontro a Livorno, qualche lacrima) ormai fa parte della nostra storia. E ancora GRAZIE a tutti. Mi auguro che uno dei prossimi incontri possa svolgersi a GAETA (ha tutti i requisiti da voi richiesti e ...di più) per cui già da oggi mi metto a vostra disposizione per l'organizzazione. Un saluto particolare a tutti gli amici della mia sezione Mine e Dragaggio. Angelo INSALACO

Fausto Lelj........fausto.lelj@gmail.com 22 Marzo 08
Caro Mario, desidero anch'io unirmi a quanti in questi giorni hanno sentito il piacere di far pervenire a te, ma io credo a tutti noi, un pensiero forte di appartenenza ad un gruppo speciale di uomini che hanno condiviso un breve, ma significativo periodo della loro (nostra) vita. Nel nostro recente incontro di Livorno, abbiamo avuto modo di riflettere sul significato di quel periodo e di quanto ha influito sulla nostra vita l'insegnamento che la Marina ci ha dato. Lo dimostrano i successi di ognuno di noi e lo spirito di appartrenenza di cui parlavo. Quarantuno anni dopo, abbiamo avuto il piacere di ritrovarci ed abbiamo constatato che solo alcuni ricordi si erano affievoliti, non certo quello spirito che unisce gli uomini di mare. Per tutto questo e per la bella manifestazione in Accademia, ti ringrazio di cuore, così come ringrazio Sara per l'eccellente lavoro che ha fatto. Arrivederci a presto e a tutti un augurio di Buona Pasqua. Cordialmente. Fausto Lelj

Enrico Natangelo .......... sinuhe47@libero.it 25 Marzo 08
Caro Mario, cosa dire? Quando l'altra sera sono rientrato a Brindisi, nell'aprire la posta sono stato ricoperto da mail di "ragazzi" euforici di questa favolosa rimpatriata in Accademia. Non nascondo che vi ho bonariamente invidiati, avrei voluto essere li con voi, ma Livorno era troppo fuori dal mio itinerario, così dovrò tenermi il magone di non esserci stato. Grazie per le foto che hai rilanciato e ringrazio tutti gli altri che hanno inviato le loro, in particolare Eugenio Tancini. Anche a me l'emozione sta giocando brutti scherzi, mi mancano le parole per dire ciò che sento dentro. Vi seguirò ancora sul sito. Alla prossima ... e ricordate che la Marina esiste anche a Taranto e Brindisi. Un abbraccio a tutti. Enrico

Antonio Visino........ ninovisino@alice.it 27 Marzo 08
Ho lasciato la Marina nell'ottobre del 1970, dopo un anno di "rafferma" presso la Scuola Telecomunicazioni FF.AA. di Chiavari(GE). Mi sono poi dedicato all'insegnamento presso una scuola professionale del PIemonte. Grazie a Mario e alla sua efficientissima Sara, sono andato a rispolverare i ricordi dell'Accademia, ho estratto dal mio cassetto il mai dimenticato MAK PI 100 e ho ripensato ai tanti amici di allora, il cui ricordo era calato nell'oblio. Che Emozione!! Per questi momenti dico a Mario: Grazie, grazie e ancora grazie. Vi saluto tutti con affetto. Ciao. Antonio Visino

Libbri Giuseppe ....... giuseppe.libbri@alice.it 27 Marzo 08
Lettera inviata a Romeo (xenon83@libero.it )
Ciao Romeo, Scrivo a te per tutti. Sono immensamente dispiaciuto della non partecipazione al raduno, ma sono appena tornato da un giro di lavoro in Cina. Nel leggere l’entusiasmo di tutti i convenuti mi auguro che si possa tenere anche un cinquantesimo, in modo da essere per una volta presente. Un caro ed affettuoso saluto a tutti: a coloro che ricordo come oggi ….. ma anche a quelli che ricordo meno. Giuseppe Libbri

Aldo Pallotti ...... aldo.pallotti@alice.it ....1 Aprile 08

Caro Mario, a Pasqua ci siamo sentiti per telefono con Giorgio Mondinelli, che si è dimostrato come sempre cordiale e affettuoso. Naturalmente abbiamo iniziato a parlare dei vecchi ricordi e tra i vari fatti abbiamo rievocato la partita di calcio che la "Nazionale" del Complemento ha giocato contro gli Allievi dei Corsi speciali. Io ricordo bene quella giornata come una giornata di grande festa; avevamo preparato dei cartelloni, uno per ogni lettera, e con essi formavano la parola COMPLEMENTO e li agitavamo; abbiamo anche sfilato con i cartelli sulla pista di atletica. Ricordo soprattutto le possibilità di urlare, di ridere, di scherzare, di cantare... così rare in quel contesto.Con Giorgio abbiamo cercato di ricostruire la formazione che ci rappresentava, ma non ci siamo riusciti completamente. Noi ricordiamo Remo Rebeggiani in porta, Boschi e Mondinelli terzini e sulla linea dei mediani Fisicaro ( che purtroppo non potrà leggere questa mail ), Laureri e Dino Chiossone ( che noi genovesi chiamavamo "u reue due balun-e" per prendere un po' in giro il suo dialetto di Arenzano, e quindi non puro genovese ). Ci ricordiamo a centrocampo la formidabile coppia Cavagna - Zino; ci ricordiamo le volate di Sandroni sull'ala destra. Non ricordiamo invece chi erano gli altri due attaccanti ( forse Crevatin era il centravanti ? ). Ci sembra di ricordare anche che la partita, combattutissima, sia finita 3 a 2 ( oppure 2 a 1 ) per i corsi normali, ma non ne siamo sicuri.
C'è qualche amico che ci aiuta a ricordare meglio e ad aggiungere altri particolari a quel bel ricordo ? Un caro saluto a tutti. Aldo Pallotti

Claudio Corsale...... adevo@libero.it 2 Aprile 08

Ciao a tutti, ho letto la mail di Aldo relativa alla partita in oggetto...che io purtroppo non ricordo ma che sicuramente mi avrà visto tra i " tifosi " per spirito di corpo. ( amo il basket e la subacquea ! ).... Se può aiutare nel nostro libri del Mac P 100 (si può richiedere copia in pdf..) è segnalata la rappresentativa di calcio così composta: Chiossone - Zino - Crevatin - Fisicaro - Mazzoli - Sandroni - Sabatini - Laureri - Boschi - Rebeggiani - Mondinelli - Cavagna. Un caro saluto Claudio Corsale


Giovanni Pecunia ........ g.pecunia@tele2.it 10 Aprile 08

Carissimi colleghi, spronato dalle emozioni suscitate dalla riunione appena conclusa, ho cercato di ricostruire la "famiglia" del Corpo delle Armi Navali. Allego un file con la foto ufficiale, (Vedi Armi Navali Nomi) dove ho cercato di abbinare i nomi. Naturalmente, a più di quarant'anni di distanza, senz' altro avrò commesso qualche errore: è per questo che mi rivolgo a tutti voi, con la speranza che vogliate farmi pervenire eventuali correzioni/osservazioni. Cordialissimi saluti Giovanni Pecunia


Marco Zucca......... Zucca.Marco@sea-aeroportimilano.it 11 Aprile 08

Egregio Capo Sezione hai fatto un lavoro egregio. Ti ringrazio e ti assicuro che guardando la foto ricordavo le persone ma non tutti i nomi. Esempio il ns prodiere in lancia a remi era il 34 ma si chiamava? Ora lo so. Walter ti ricordi che cosa non hai fatto alla fine della gara di lancia a remi che ci è costato la vittoria? Le prime voghe erano Leban e Viezzoli, seconde Schiavuta e Zucca, timoniere Mancini il resto dell'equipaggio? Qualcuno se lo ricorda? Salute a tutti e viva gli AN del 62° AUCD. Marco.

Marco Zucca....... Zucca.Marco@sea-aeroportimilano.it 12 Aprile 08
Caro Mario, come avrai notato dalla mail del ns capo sezione, siamo riusciti a ricomporre la sez. AN (vedi allegato) L'anagrafica che ci hai invato è possibile ristrutturarla per sez.? Detto ciò volevo chiederti il nome del ns amico con capello a tesa larga ex CP, e l'annuario 1968 dell'Accademia in mano ripreso nella Foto di Gruppo 3. Egli potrebbe fornirci copia delle pagine che riguardano il 62°. Il sito è molto vitale e a latere continuano i contatti diretti, cordiali saluti anche a Sara. Marco Zucca

Giovanni Carlini .....carmedsas@virgilio.it 12 Aprile 08
Sono Carlini, Armi, dopo il raduno mi è cresciuta la voglia di riallacciare il più possibile contatti con chi era con noi 40 anni fà. Mi farebbe estremamente piacere avere notizie di Alfonso Camposarcone, siamo stati 8 mesi gomito a gomito, ma sembra svanito nel nulla. Un'altra curiosità che mi "tormenta" è sapere come ci hanno lasciato nostri compagni, alcuni di loro a me veramente vicini, vedi Lasen, Affanni, Raffone, Fisicaro etc. Ho fatto una mail al figlio di Lasen ma non ho avuto risposta. E' possibile inserire nel sito una specie di "chi la visto?": uno chiede notizie di Camposarcone e chi le ha le comunica, nello stesso tempo essere aggiornati di quanto di interessante o anche "spiacevole" accade a noi vecchi ma sempre allievi nonchè "bauli"?
(ottima Idea) Salutoni. Carlini


Torna ai contenuti | Torna al menu